Hai realmente bisogno di un sito web???

Oggi un post in controtendenza con i contenuti del mio blog!!!

Hai realmente bisogno di un sito Web?
Non te lo chiedo io, ma Google.

Hai realmente bisogno di un sito web???

Hai realmente bisogno di un sito web???

Ultimamente, ma non troppo, sembra che Google voglia migliorare sensibilmente il mondo del web migliorando l’esperienza degli utenti. Trovo sia una giusta causa…anche se magari dietro ci sarà un piano commerciale per monetizzare il tutto…come sempre!!!

Non mi dilungo troppo e vi invito a partecipare alla Webmaster Academy creata da Google. Si tratta di alcune semplici lezioni on-line correlate da video e link interessanti sopratutto per chi muove i primi passi e vuole crearsi un proprio sito web (magari proprio con WordPress).

Al termine di ogni lezione sarete sottoposti ad un breve quiz e solo una volta superato potrete accedere al modulo successivo.
Vi consiglio vivamente questa Webmaster Academy.
Molte cose sicuramente già le saprete…molte altre scommetto di no!

Nella prima fase Google cercherà di farvi capire se realmente avete bisogno di un sito web, poi una volta confermata la vostra intenzione di continuare vi spiegherà le “best practices” per costruirne uno e non violare le mille regole del motore di ricerca più famoso al mondo.

Aspetto le vostre opinioni nei commenti!!!

L’abbondanza si raggiunge mettendo in comune se non sei d’accordo: giù la testa coglione!
Militant A

Pubblicato in Archivio | Contrassegnato | Lascia un commento

Pinterest e il Pin It Hover Button

Concludo la sequenza di post dedicati alle immagini parlandovi del Plugin per aggiungere il Pin It Hover Button di Pinterest al vostro sito creato con WordPress.

Do per scontato che ormai quasi tutti conoscano Pinterest e quanto questo social network possa portare al vostro sito in termini di popolarità e referral. Se cercate sul web rimarrete sbalorditi della sua popolarità negli Stati Uniti, dei suoi legami con Foursquare e dell’assenza o quasi di pubblicità (anche se le cose cambieranno molto presto…).

Pinterest e il Pin It Hover Button

Pin It Hover Button

Quello che a me preme però è di spiegarvi a cosa servirà a voi questo plugin. Anzitutto servirà sia che abbiate un account Pinterest, sia che non l’abbiate. In tutti e due i casi permetterete ai visitatori del vostro sito o blog di “pinnare” le immagini contenute nelle pagine e nei post e di condividerle sulla loro bacheca di Pinterest. Si lo so…molti diranno che il verbo giusto è rubare e non pinnare…ma pensateci bene: se un utente vi “pinna”, oltre all’immagine porterà con se anche l’url del vostro sito e di conseguenza aumenterete la vostra visibilità.

La particolarità di questo plugin è quella di far apparire il pulsante Pint It solo quando il puntatore del mouse passa sopra ad un immagine…vi è già capitato vero??? con i tablet ed i smartphone al momento non funziona :-(

Installazione: Bacheca – Plugin – Aggiungi Nuovo. Sulla casella di ricerca scrivete Pin It Button for Pinterest - cliccate Cerca plugin e dopo averlo individuato installatelo.
Una volta installato andate su Impostazioni, cercate Pin It Button e cliccateci sopra. L’unica configurazione che richiede questo plugin è quella di spuntare la voce Enable the Pin It hover button over images. Le altre due impostazioni sono già settate in maniera basica e sufficiente, ma se volete fate delle prove con colore e dimensione del bottone.

Questo post è stato scritto perchè in questi giorni ho cercato di ottimizzare il profilo Pinterest del sito che gestisco: bb-costieradeicech.com. Se siete iscritti a Pinterest potete visitare e diventare follower della pagina del B&B Costiera dei Cech. Ricambierò senza dubbio la cortesia :-)

L’abbondanza si raggiunge mettendo in comune se non sei d’accordo: giù la testa coglione!
Militant A

Pubblicato in Archivio | Contrassegnato | 4 commenti

WordPress e le immagini – Part.3

Ultima parte di WordPress e le immagini.

In WordPress e le immagini Part. 3 (se non avete letto le altre due parti vi invito a farlo qui: 12) tratterò del semplice e intuitivo caricamento delle immagini sulla Bacheca, con qualche piccola aggiunta personale.

Dal post che state scrivendo cliccate su Aggiungi Media e si aprirà una finestra che vi consente di selezionare un file già esistente sulla vostra libreria, oppure di caricare un file direttamente dal vostro computer (attenzione alcuni temi hanno dei limiti di caricamento MB).

Seleziona immagine -  WordPress e le immagini – Part.3

Sia che scegliate la prima o la seconda opzione, vi ritroverete l’immagine scelta all’interno del vostro post. Impiegate ancora alcuni secondi per ottimizzare la resa visiva come segue: cliccate sull’immagine stessa e questa  evidenzierà due icone. Una serve per cancellare, l’altra per modificare l’immagine. Cliccate su quest’ultima e si aprirà una finestra dalla quale potete modificare alcune caratteristiche dell’immagine che andrete a pubblicare. Personalmente vi consiglio di compilare gli spazi dedicati al titolo, testo alternativo e didascalia che sarà poi visibile nell’articolo. Normalmente alla voce URL link clicco su nessuna. Scegliete dove posizionare l’immagine anche se normalmente il centro della pagina è la soluzione migliore.

Modifica Immagina -  WordPress e le immagini – Part.3

Passate su Impostazioni Avanzate e qui l’unica modifica che vi consiglio sempre di fare è quella di aggiungere alla voce Bordo un 1 che creerà una simpatica e sottile cornice nera attorno alla vostra immagine. Cliccate su Aggiorna per confermare le modifiche.

Con le semplici operazioni spiegate in questi 3 tutorial potrete gestire e personalizzare in maniera efficace le immagini da aggiungere ai vostri post, rendendoli più attraenti e gradevoli.

L’abbondanza si raggiunge mettendo in comune se non sei d’accordo: giù la testa coglione!
Militant A

Pubblicato in Archivio | Contrassegnato | 3 commenti

WordPress e le immagini – Part.2

Seconda parte di WordPress e le immagini.

Dopo il pippone della settimana scorsa (WordPress e le immagini – Part.1), oggi trattiamo la parte editing da farsi con un programma di fotoritocco tipo Photoshop o simili. Si tratta di poche e semplici azioni in grado di migliorare sensibilmente la qualità di un’immagine prima di essere caricata in WordPress.

  • Dimensione dell’immagine
  • Curve
  • Vividezza
  • Maschera di Contrasto
  • Salvare l’immagine

Aprite la vostra immagine con Photoshop e modificate la dimensione dell’immagine  a seconda delle misure richieste dal vostro tema WordPress. Per questo blog imposto come larghezza 580 e lascio invariati gli altri parametri. Una risoluzione di 72 px è sufficiente per una buona resa.

Dimensione immagine - WordPress e le immagini - Part.2

Dimensione immagine

Utilizzate lo strumento Curve per aumentare il contrasto e dare all’immagine un aspetto più corposo. Non esagerate con il contrasto altrimenti risulterà irreale e con colori troppo saturi. Io normalmente utilizzo l’opzione Contrasto lineare o personale.

Curve - WordPress e le immagini - Part.2

Curve

Aggiungete un po’ di Vividezza anche qui senza esagerare. Sono strumenti molto potenti e basta poco per rovinare o rendere artificiosa un’ immagine.

Vividezza - WordPress e le immagini - Part.2

Vividezza

Il prossimo passaggio è per me quello più importante se non fondamentale dopo aver ridimensionato un immagine per il web, ovvero aggiungere la Maschera di Contrasto. Avete presente quando scattate una bella foto e poi dopo averla caricata su qualche sito questa sembra “slavata” e senza tono? Ok, questo succede perchè l’immagine viene ridimensionata per rispettare il layout del sito e così facendo perde il suo contrasto. Quindi scoprite qual’è la dimensione max delle immagini accettata dal vostro tema WP, se non è scritto da nessuna parte fate delle prove, poi con il vostro programma di foritocco ridimensionate l’immagine, come descritto sopra, e applicate la maschera di contrasto. Nell’esempio qui sotto potete vedere dei parametri di Fattore, Raggio e Soglia per così dire standard, ma con un po’ di pratica troverete facilmente le impostazioni che meglio si adattano alle varie situazioni.

Maschera di contrasto - WordPress e le immagini - Part.2

Maschera di Contrasto

L’ultima parte del tutorial consiste nello salvare l’immagine. Salvate l’immagine sul vostro desktop nella massima qualità possibile e in formato jpeg. Economizzare sullo spazio occupato spesso non ha senso a causa delle cattiva qualità dell’immagine che ne deriverebbe (avete presente un’immagine sgranata). Ma non esagerate, 1 Mb è più che sufficiente e inoltre molti temi non consentono di caricare immagini di dimensioni superiori.

Qualcuno si domanderà perchè non ridimensionare l’immagine direttamente dalla bacheca WP???…beh vuol dire che non avete seguito bene questo tutorial: DOPO AVER RIDIMENSIONATO UN’IMMAGINE BISOGNA SEMPRE APPLICARE LA MASCHERA DI CONTRASTO!!!

Salva con nome - WordPress e le immagini - Part.2

salvare l’immagine

Nella prossima parte di WordPress e le immagini vi spiegherò il semplice procedimento di aggiunta di un’immagine ad un post direttamente dalla Bacheca di WordPress.

Questo post non è e non vuole essere esaustivo in materia di gestione immagini. Se sei un esperto di Photoshop non dovresti essere qui! Queste sono le basi, ognuno poi deciderà quanto tempo ed energie dedicare all’editing delle immagini.

L’abbondanza si raggiunge mettendo in comune se non sei d’accordo: giù la testa coglione!
Militant A

Pubblicato in Archivio | Contrassegnato | Lascia un commento

WordPress e le immagini – Part.1

I risultati che un blogger può ottenere affiancando WordPress e le immagini sono davvero notevoli. 

Mi spiego meglio: WordPress offre una piattaforma molto flessibile, performante e di facile utilizzo, ma senza dei contenuti interessanti il sito che andremo a creare non avrà mai la visibilità sperata.

WordPress e le immagini

I contenuti possono essere suddivisi in due categorie principali: di testo e visuali. Entrambi sono importanti è vero, ma se ci pensate bene un’immagine o un video senza testo possono starci mentre un testo senza immagini diventa, agli occhi di un potenziale lettore, qualcosa di piatto e noioso. Ecco perchè il connubio WordPress e le immagini diventa qualcosa di importante, se non addirittura essenziale, per qualsiasi utente WP.

Guardate i Social Network tipo Facebook o Pinterest. La comunicazione(beh forse questo è un parolone in questo caso) è interamente basata su immagini accattivanti e spesso  con poche righe di testo scritto sull’immagine stessa. Sono rapide, non serve pensare, non serve leggere,o poco, e se proprio vuoi approfondire basta un clic e si viene reindirizzati verso un approfondimento.

Prendiamo spunto da quanto appena detto a proposito dei Social Network, ma la verità è che noi scriviamo post e anche se utilizziamo i Social per veicolare traffico al nostro sito/blog abbiamo l’esigenza e il dovere di integrare al meglio immagini e testo.

Andiamo per ordine. La prima parte di “WordPress e le immagini” finisce qui, mentre nella seconda parte vi spiegherò l’editing che eseguo con Photoshop alle immagini prima della loro pubblicazione. Nella terza e ultima parte ricorderò il facile ed elementare caricamento delle immagini in un post attraverso la Bacheca di WordPress, non senza alcuni piccoli trucchi per rende il tutto più attraente.

L’abbondanza si raggiunge mettendo in comune se non sei d’accordo: giù la testa coglione!
Militant A

Pubblicato in Archivio | Contrassegnato | Lascia un commento

Aggiungere un blog ad un sito

Ritengo che aggiungere un blog ad un sito sia una cosa essenziale. Perchè? Perchè serve ad aggiornare ed aggiungere nuove parole chiavi, serve a creare una certa fidelizzazione con gli utenti, serve ad aumentare il traffico e come sempre serve a farsi notare da Google.

Non sto parlando necessariamente di un blog come questo che nasce fine a se stesso, ma sto parlando di aggiungere un blog ad un sito già esistente, tipo un sito aziendale. Non è difficile farlo, forse è poi più difficile trovare gli argomenti di cui parlare!

Aggiungere un blog ad un sito

Aggiungere un blog ad un sito

Cominciamo: andate su Bacheca – Pagine – Aggiungi Nuova e chiamate la vostra nuova pagina Blog. Guardate a destra del vostro video e noterete la voce Attributi Pagina (se non la vedete cliccate in alto a destra su Impostazioni Schermata e spuntate Attributi Pagina per farla apparire) e scegliete da modello la voce Blog. Controllate che su permalink ci sia scritto http://www.nome sito.com/blog, è molto importante ai fini S.E.O, e cliccate su Pubblica.

Ora andate su Aspetto – Menu e dalla voce Pagine alla vostra sinistra spuntate la voce Blog e cliccate su Aggiungi al menu. Fate clic su Salva menu e andate sulla Home Page del vostro sito per verificare che la pagina Blog sia apparsa dove volevate.

Non resta che scrivere il vostro primo post, ma prima  andate su Articoli – Categorie e aggiungete una nuova categoria chiamandola Blog.

Aggiungere un blog ad un sito

Ci siamo, andate su Articoli – Aggiungi Nuovo e cominciate a scrivere il vostro primo post. Ricordatevi alla fine di spuntare la Categoria Blog alla vostra destra e cliccate su pubblica. L’articolo apparirà nel vostro nuovissimo blog e vi aiuterà certamente ad aumentare le visite del vostro sito web.

Ricordatevi di aggiornare spesso il blog con foto, articoli e video interessanti e unici, non c’è niente di peggio che un blog con post datati 6 mesi prima. Non copiateli da altre fonti e aggiungete parole chiave che vi garantiranno una certa visibilità su Google. Per completezza questo è il blog che ho creato per il mio sito web: il Blog del B&B Costiera dei Cech.

L’abbondanza si raggiunge mettendo in comune se non sei d’accordo: giù la testa coglione!
Militant A

Pubblicato in Archivio | Contrassegnato | Lascia un commento

Linkem: problemi e soluzioni

Oggi esco dalla solita routine del blog per parlare di Linkem e la sua banda larga e di come alla fine un problema, comune a molti utenti di questa società, si sia risolto nei migliori dei modi.

Linkem problemi e soluzioni

Abitando da qualche mese in un piccolo paese di montagna della Valtellina ho dovuto fin dall’inizio cercare una soluzione alternativa alla classica linea telefonica con relativo ADSL e sono rimasto indeciso per un po’ tra internet via satellite e la connessione ad internet tramite antenna. Una volta visti i prezzi e sentiti alcuni vicini di casa, la scelta è stata immediatamente presa a favore di Linkem che prometteva di portare la banda larga a prezzi veramente competitivi. E così è stato…almeno all’inizio. Gli installatori di Linkem hanno sistemato l’antenna sul terrazzo dicendomi che potevo tranquillamente spostarla in un secondo momento sul tetto se mi disturbava e senza peraltro perdere la configurazione. E così dopo un mese di connessione serena insieme al mio elettricista abbiamo deciso di spostare l’antenna sul camino e di eliminare i cavi volanti lasciati dagli installatori. Sì Linkem esegue solo un installazione standar e non estetica!

Comunque sia dopo alcune prove la connessione sembrava stabile e senza problemi e ricomincio ad usare internet per alcune settimane notando un progressivo calo di prestazioni sfociato in brevi black-out. Contatto l’assistenza Linkem e come da manuale mi ritrovo, salvo alcune eccezzioni, a parlare con persone che probabilmente ne sanno meno di me. La connessione nel frattempo peggiora fino ad arrivare alla totale disconessione. Chiamo Linkem e la risposta è: “ci sono dei problemi con le antenne nella sua zona, deve pazientare”. Io con internet ci lavoro e quindi non posso pazientare e mi rivolgo all’installatore che aveva fatto l’installazione iniziale. Insieme a lui entriamo nel pannello di controllo del router e troviamo tutto disconnesso. Il tipo, a mio avviso molto in gamba, ipotizza una graduale perdita di connessione dovuta allo spostamento dell’ antenna e decide di fare delle prove alzandola di 20 cm e riconfigurando il tutto. Finale: internet velocissimo pur avendo tre computer connessi simultaneamente a internet, sia via cavo che wi-fi.
Tutto ciò solo per dire a tutti quelli che si lamentano di Linkem nei vari forum di controllare attentamente se è un reale problema di connessione oppure di configurazione.

Di seguito scrivo dei dati ottimali di connessione indicatimi dall’installator e che potete controllare nel vostro pannello di controllo Linkem digitando nella barra degli indirizzi l’url http://192.168.1.1/ e eseguendo l’accesso con  il vostro nome utente e password:

Linkem problemi e soluzioni

L’abbondanza si raggiunge mettendo in comune se non sei d’accordo: giù la testa coglione!
Militant A

Pubblicato in Archivio | Contrassegnato | 3 commenti